Junior News

L’informazione è uno dei protagonisti fondamentali della Quarta Rivoluzione Industriale.

Scritto da Cybermed Junior
facebook Share on Facebook

Dott.ssa Monica Cerinilsole24ore

La presenza pervasiva dell’Information Technology, se da un lato garantisce un imponente bacino informativo, dall’altro alimenta la necessità di verificare l’attendibilità̀ e l’autenticità̀ dei dati. I dilemmi delle fake news e del mercato del ‘falso’, ci pongono di fronte al problema di ‘dimostrare’ tempestivamente la verità’ di atti e fatti. Dal desiderio di condividere informazioni vere, attuali, con fruizione semplice e veloce, in più ambiti e settori, nasce il progetto di Audens, Startup interamente italiana con sede a Padova, guidata da Monica Cerin, imprenditrice vicentina.AUDENS Il progetto ha come focus principale la raccolta e la distribuzione di informazioni certificate, depositate in un sistema cloud che garantisce massimi livelli di sicurezza del dato.

La connessione tra soggetto/oggetto e dato avviene attraverso i TAG AIDNFC con identificativo univoco, corrispondente a una sorta di DNA non riproducibile; la loro lettura, utilizzando cellulari di ultima generazione dotati di tecnologia NFC, con il sistema Audens non richiede ALCUNA APP, è semplice ed immediata. Audens ha creato soluzioni utilizzabili in vari ambiti, nel settore della salute e dello sport, nel mondo della tracciabilità/autenticità di prodotti e servizi e per veicolare informazioni di vario tipo, dal marketing pubblicitario agli eventi, dalle news agli infocity. Possiamo definirlo un progetto di “prossimità informativa tecnologico-sociale”. Il progetto più sentito, per il consistente valore socio-sanitario, è il bracciale salvavita “AIDme”, piccolo monile che diventa una carta d’identità sanitaria per i dati personali contenuti in esso, quali nome, gruppo sanguigno, allergie, intolleranze, farmaci, medico curante, numeri di emergenze e altre informazioni; facile da leggere in caso di necessità (basta avvicinare al bracciale un cellulare dotato di tecnologia NFC) fornisce una risposta immediata, elemento salvavita nei casi di emergenza. I dati memorizzati, inseriti e modificabili solo dal proprietario dello stesso o da chi ne fa le veci, nel caso di minori d’età, garantisce il massimo livello di sicurezza. Il bracciale AIDme è un valido supporto per le categorie più vulnerabili, i bambini e gli anziani, ma trova una vasta applicazione per tutti, come promemoria per indicazioni mediche particolari e allergie e per gli eventi in cui non si è in grado di identificarsi o di contattare i propri cari. Salute, sicurezza, tracciabilità sono temi di grande attualità sui quali Audens struttura i suoi numerosi progetti utilizzando il TAG AIDNFC. Informazioni e recapiti sul sito www.aidmenfc.it Sonia Gastaldi


Related Articles