JUNIOR CYBERMED NEWS

L'Oms ha riconosciuto ufficialmente la dipendenza da videogame come una patologia. Il 'gaming disorder' è stato infatti inserito nel capitolo sulle patologie mentali dell'International Classification of Diseases (ICD), l'elenco ufficiale delle malattie il cui aggiornamento è stato appena pubblicato. Secondo il nuovo elenco, che contiene oltre 55mila diverse malattie, la dipendenza da gioco digitale consiste in «una serie di comportamenti persistenti o ricorrenti che prendono il sopravvento sugli altri interessi della vita».
Leggi tutto: Dipendenza da videogiochi, per Oms è malattia mentale
Genitori 'elicottero', troppo controllanti e protettivi minacciano la crescita emotiva e comportamentale dei figli, con effetti visibili a lungo termine anche sul rendimento scolastico. Lo rivela lo studio di Nicole Perry, della University of Minnesota, pubblicato sulla rivista Developmental Psychology.

Perry ha seguito lo sviluppo di un gruppo di 422 bambini fino al loro decimo compleanno con incontri periodici a 2, 5 e 10 anni. Durante gli incontri Perry ha studiato l'interazione bambino-genitore per valutare quanto quest'ultimo fosse controllante ed eccessivamente protettivo.
Leggi tutto: 'Genitori elicottero' minano l'autonomia dei figli
Il neonato può affrontare vari tipi di viaggio, purché si presentino le condizioni necessarie al suo comfort. Lo rilevano i pediatri. In occasione del Congresso della Società Italiana di Pediatria (Sip), con un focus della Società Italiana di Infettivologia Pediatrica (Sitip) sul bambino viaggiatore, arrivano semplici consigli.

1. In aereo. I bambini sani e nati a termine possono viaggiare in aereo a partire da 48 ore dopo la nascita, ma è preferibile aspettare almeno fino al settimo giorno di vita. Per quanto riguarda i neonati prematuri e i bambini con patologie polmonari e cardiache, andrebbe richiesto un parere medico prima di intraprendere il volo.
Leggi tutto: Bambini in viaggio, i consigli dei pediatri
bambino

Nicola ha sei anni, frequenta la scuola materna a Bedizzole in provincia di Brescia. Anzi: frequentava. Perché, a pochi giorni dalla fine dell’anno scolastico – e dalla festa conclusiva del 30 maggio (quella della consegna dei diplomi dell’asilo, il rito di passaggio più importante per un bambino) – è stato espulso, perché non vaccinato.

Premessa: chiunque scorra la legge 119/17 sugli “obblighi vaccinali” (cliccate qui) constata che non sono previsti allontanamenti dagli asili nell’anno in corso. E che tutte le minacce di espulsione lanciate nell’etere a ogni piè sospinto sono frutto:

1) di una non lettura della legge;

2) della lettura delle sole circolari (che non possono aggiungere particolari alla legge ma solo interpretarla. Leggete qui il parere dei giuristi);

3) di un voluto fraintendimento a scopo intimidatorio e punitivo.

In attesa di dialogare con la dirigente della scuola dell’Infanzia “Ciari” e nella speranza di un suo ripensamento – proprio perché il 30 c’è la festa dei remigini –  vi riportiamo la versione della mamma di Nicola e ciò che leggiamo nei due documenti diramati dall’istituto.

Leggi tutto: Espulso da scuola perché non vaccinato (a 4 giorni dalla festa di fine anno)
Il bambino piange, ma cos'ha? Una domanda alla quale spesso i neogenitori non riescono a dare una risposta, ma ora una app, pensata per le mamme o i papà con problemi di udito ma non solo, può provare a risolvere il rebus. Si chiama Chatterbaby, è stata creata da un team di studiosi guidato dalla professoressa Ariana Anderson, della David Geffen School of Medicine dell'Università della California di Los Angeles, e impiega l'intelligenza artificiale non solo per dire ai genitori quando il loro piccolo sta piangendo, ma aiuta anche a determinare perché il bambino è irritato.
Leggi tutto: Il bimbo piange, ma cos'ha? Un'app aiuta a scoprirlo
Routine tests on newborns are 'unscientific' image

Routine tests on newborns to check if they have problems such as cystic fibrosis or sickle cell disease are often unscientific and can be very inaccurate, a major new review has discovered.

The newborn blood spot test is so controversial that countries that have examined the evidence have scrapped it altogether.

Leggi tutto: Routine tests on newborns are 'unscientific'
Third of school mass shooters were taking psychiatric drugs image

Around a third of mass shooters in US schools had been diagnosed with a mental disorder and were taking psychiatric drugs such as antidepressants, a new study has found.

Nine of the 25 mass shooters in recent years had psychiatric problems, and others had 'limited conflict resolution skills', say researchers from Clemson University.

They say that mass school shootings—defined as any shooting in which more than four people are killed—have become an epidemic this century; 66 people have been killed in the 18 years of this century, which is more than the total number killed in mass shootings throughout the 20th century.

Leggi tutto: Third of school mass shooters were taking psychiatric drugs
bambini adhd

L’aumento di diagnosi di ADHD è dovuto al marketing e non alla medicina. Uno studio incolpa per l’aumento di questa sindrome le aziende farmaceutiche, gruppi di appoggio creati ad hoc e persone che fanno autodiagnosi on-line.

Secondo gli esperti, l’aumento globale nei numeri di diagnosi di ADHD ha più a che fare con il marketing di quanto non abbia con la medicina. Il numero di diagnosi e prescrizione mediche per farmaci stimolanti sono salite alle stelle in confronto a 5 anni fa, ma gli esperti dicano che l’ ADHD “è più una peste culturale di quanto non lo sia medica”.

Dopo aver valutato la crescita di ADHD nel Regno Unito, Germania, Francia, Italia e Brasile, conclusero che vi sono cinque tendenze che contribuiscono alla sua crescita.

La diffusione globale a macchia d’olio nelle diagnosi di ADHD ed il trattamento farmacologico ha più che fare con il marketing di quanto non abbia con la medicina, e negli anni a venire potremmo rimpiangere di aver trattato bambini con i farmaci, dicono gli esperti in un lavoro scientifico.

Si attribuisce questo aumento al fatto che le aziende farmaceutiche hanno fatto  pressione su alcuni paesi per introdurre restrizioni meno rigide su stimolanti come Ritalin, il farmaco più conosciuto per il trattamento di ADHD.

Il ricorso alla psicoterapia per questa condizione, solitamente tramite terapia narrative, sta subendo una lenta erosione a favore del trattamento farmacologico.

Leggi tutto: ADHD: “Aumento di diagnosi dovuto al marketing, non alla medicina”
bambini vaccini

Se interpretata alla lettera la legge regionale sull'obbligo vaccinale introdotta in Emilia Romagna a novembre del 2016 potrebbe portare ad un'esclusione dei bambini non vaccinati non solo dagli asili ma anche da centri ricreativi e sportivi come piscine e baby parking, come peraltro sembra stia già avvenendo in alcune realtà turistiche della riviera.

Leggi tutto: Emilia Romagna: centri sportivi vietati ai bambini non vaccinati?
 
 Lanciata in grande stile l’iniziativa del Sindaco di Firenze, Dario Nardella, per quella che lui chiama “Lezioni di vita a scuola” (1). Una sorta di educazione civica che dovrebbe essere di un’ora a settimana nella scuola dell’obbligo. Aspettiamo di vedere il progetto di legge di iniziativa popolare su cui il Sindaco conta di raccogliere le 50 mila firme necessarie per il deposito al Parlamento, ma ci si consenta, nelle prime informazioni che sono state filtrate, di sollevare alcune problematiche che -speriamo- siano poi in qualche modo recepite.
La prima e’ relativa al testo del pdl. Perche’ solo 1 ora alla settimana? Siccome non si dovrebbe trattare solo di educazione alla politica, ma alla civicita’ (di cui la politica e’ parte), crediamo che abbia bisogno di una maggiore considerazione, quantomeno al pari di altre materie altrettanto importanti, come -per esempio- storia e geografia, e in considerazione del fatto che l’uso della cittadinanza su cui si dovrebbero informare e formare gli studenti, non e’ solo quella italiana, ma anche europea (Ue) e mondiale (Onu e altro).
Leggi tutto: Lezioni di vita a scuola. Bene, il Sindaco di Firenze. Come andare oltre la propaganda
 
Non fermarsi al titolo, controllare fonte e autore: sono alcuni degli 8 passi da seguire per riconoscere una fake news in rete, elaborati dalla Società italiana medici pediatri (Simpe) per gli adolescenti. Un fenomeno, quello delle notizie false, spesso sottovalutato dai più giovani, visto che il 44,6% ritiene che l'allarme sulle fake news sia un problema sollevato solo da vecchie elite.
Leggi tutto: Vaccini e fake news, dai pediatri 8 consigli agli adolescenti
bambini

Prima vengono i bambini ed il loro diritto a non interrompere il percorso educativo a due mesi dalla fine dell'anno. È quanto sostiene la sindaca di Torino Chiara Appendino che, al termine di una conferenza, ha dichiarato la sua intenzione di non voler schierare i vigili urbani fuori dalle scuole per impedire l'ingresso dei bambini non vaccinati. “Non mando i vigili a impedire l’accesso dei bambini a scuola”, ha dichiarato la sindaca.

Leggi tutto: Appendino: “Non chiamo i vigili per impedire l'accesso a scuola dei bimbi non vaccinati”
 
I bambini hanno necessità di farmaci sviluppati specificamente per loro: non è più possibile derogare da questo obiettivo e la galenica potrebbe essere una possibile via d’uscita. Questo è il messaggio che la Sifo (la Società dei Farmacisti ospedalieri e dei Servizi territoriali delle aziende sanitarie) ha voluto lanciare da Goteborg, dove si è appena concluso il 23° Congresso annuale dei farmacisti ospedalieri europei (European association of hospital pharmacists, Eahp).
Leggi tutto: Medicinali pediatrici, i farmacisti ospedalieri invocano la galenica
vaccini

Il 10 marzo è passato. Era la scadenza inserita nella legge 119 sull'obbligo vaccinale e arbitrariamente interpretata da funzionari pubblici e dirigenti scolastici. Molti direttori, infatti, hanno divulgato circolari perentorie avvertendo che, se i bambini non sono stati vaccinati o i loro genitori non riescono a dimostrare di essere sul punto di farlo, non potranno più frequentare i nidi o le materne.

Leggi tutto: Toh, i bambini non vaccinati possono restare all’asilo
vaccini

Restano a scuola fino a maggio i bambini non vaccinati. In Trentino le sanzioni a carico degli inadempienti all'obbligo vaccinale scatteranno per tutti nello stesso momento, una volta che l'Azienda provinciale per i servizi sanitari (Apss) avrà completato i colloqui in corso con i genitori e i tutori dei minori non conformi.

Leggi tutto: Trento: restano a scuola i bambini non vaccinati
vaccini bambini

Nessun dato sensibile sui bambini non vaccinati può essere diffuso dalle Asl alle scuole o ad altri soggetti, e tutti i direttori delle aziende sanitarie che violeranno tale disposizione dovranno essere indagati per abuso di atti d’ufficio. Lo afferma il Codacons, che presenta oggi una diffida alle Asl di tutta Italia e un esposto a 104 Procure della Repubblica affinché siano pienamente tutelati i diritti delle famiglie e si evitino abusi sui dati sensibili dei minori.

Leggi tutto: Vaccini: Codacons presenta denuncia contro le Asl e le scuole
vaccini

Si avvicina, anzi sta quasi per scadere l'ora x dei vaccini. Perché domani, 10 marzo, è l'ultimo giorno per mettersi in regola con le 10 vaccinazioni obbligatorie previste dalla legge 119, approvata lo scorso luglio. E non c'è deroga che tenga, perché il Miur (ministero dell'Istruzione, dell'Università e della ricerca), e quello della Salute, hanno confermato che gli alunni delle scuole dell'infanzia non possono più frequentarle se i genitori non presentano "la documentazione attestante la vaccinazione (o l’esonero o il differimento) o la copia del libretto vaccinale timbrato dall’ASL o l’attestazione da parte dell’ASL". E se le norme previste non sono state rispettate "è il dirigente scolastico o il responsabile del servizio educativo a comunicare formalmente il diniego di accesso a scuola dei bambini, motivandolo adeguatamente".

Leggi tutto: Cacciare i bimbi dall’asilo è un atto solo punitivo
vaccini

“Sono migliaia i cittadini che in questi giorni si sono rivolti a noi facendoci presente come le scuole appellandosi alle circolari, stanno minacciando esclusioni di bambini dalle scuole dell'infanzia e dai nidi al 10 marzo. Una delle circolari che più ci ha lasciati sbigottiti è quella della FISM (Federazione Italiana Scuole Materne) dove si suggeriscono provvedimenti verso i minori e richieste illegittime di una gravità inaudita” dichiara Claudio Simion presidente del Comilva Onlus, l'associazione nazionale che da anni si batte per la libertà di scelta vaccinale e che dà sostegno ai danneggiati da vaccino “Stiamo assistendo a prese di posizioni al di sopra della legge; infatti le circolari non hanno valore normativo e nessuna istituzione può nascondersi dietro tali circolari quando queste sono in netto contrasto con quanto previsto dalla legge”.

A seguito di tutte queste segnalazioni e del diffuso sdegno che serpeggia fra i cittadini, l'associazione Comilva Onlus ha deciso di diffidare la FISM al fine di tutelare gli associati e porre fine ai gravi abusi che rischiano di investire i minori frequentanti le scuole dell'infanzia e i nidi, e che sono a tutti gli effetti in regola con quanto richiesto dalla legge ma che una circolare pretende di mettere fuori legge.

Con la formale diffida Comilva Onlus intima e diffida la FISM a rettificare le indicazioni contenute nella circolare e in particolare:

- A non pretendere alcuna documentazione non dovuta a norma di legge;

- A non escludere i minori in corso di regolarizzazione vaccinale;

- A eliminare la seguente disposizione: “Qualora il minore fosse affidato alla scuola anche a seguito della predetta comunicazione/ spedizione il legale rappresentante ne darà pronta informazione per le vie brevi alla locale stazione di pubblica sicurezza affidando alla medesima ogni decisione esecutiva che l’autorità sanitaria assumerà di concerto con l’ufficio vaccinale competente per zona (…) in punto permanenza del minore nell’edifico scolastico”.


Scarica allegato

 

http://www.informasalus.it/it/articoli/bambini-non-vaccinati-comilva-fism.php

 
Non c'è da spaventarsi se non si riesce sin da subito a stabilire un legame 'magico' con i propri bambini. A volte questo può richiedere tempo e in generale secondo un nuovo studio è a sei mesi che gli adulti trovano i volti dei bambini più accattivanti. Per la ricerca, della Brock University, in Canada, e pubblicata su Evolution and Human Behavior sono state mostrate foto di 18 bambini scattate dopo la nascita, a 3 e a 6 mesi a 142 partecipanti.
Leggi tutto: Un legame 'magico' col proprio bambino? Può volerci tempo
vaccini

Dal 10 marzo al 30 aprile. Slitta in Veneto il termine entro cui era stato annunciato che sarebbero stati lasciati a casa i bambini da 0 a 6 anni non in regola con la profilassi vaccinale. Si tratta di un adeguamento tecnico che vale per poche regioni, tra cui il Veneto.

Entro il 20 marzo i dirigenti scolastici dovranno scrivere ai genitori dei bimbi inseriti nella lista dell’Ulss e informarli di non essere in regola. Le famiglie avranno 10 giorni per vaccinare o presentare a scuola il certificato di esonero. Solo entro il 30 aprile il dirigente scolastico comunicherà l’eventuale mancata risposta dei non vaccinati all’Ulss e procederà alla non ammissione in classe.

Leggi tutto: Veneto: bambini non vaccinati a scuola fino al 30 aprile
 

bambino

Mettere al centro il rispetto del bambino valorizzandone la spontaneità con l'obiettivo di crescere un individuo libero e consapevole. Il metodo educativo e scolastico ideato dalla psichiatra Maria Montessori sta vivendo una seconda rinascita e aumenta il numero di scuole pubbliche italiane che in questi anni lo stanno adottando.

“La metodica si basa sul rispetto della libertà di sviluppo del bambino, della sua autonomia, dei suoi tempi e delle sue inclinazioni. Gli adulti e gli insegnanti accompagnano i piccoli facendoli meravigliare ed appassionare a loro stessi, alle loro scoperte e capacità”, spiegano Laura Beltrami e Lorella Boccalini, autrici del saggio ‘Il metodo Montessori per tutti’.

Leggi tutto: Metodo Montessori: ecco come applicarlo in famiglia

Manufacturers of infant and toddler formula and drinks have been accused of misleading families into buying their "unnecessary and unsuitable" products in a damning new report.

Most make one or more health claims that are not true, and one product is described as "the number 1 brand recommended by paediatricians"—even though the paediatricians' professional body in the US, the American Academy of Pediatrics, recommends families feed their infants a "nutritious diet", and not use formula.

Leggi tutto: Infant formula manufacturers misleading parents with false health claims
vaccini

Sono stati presentati a Cuneo contro l’Asl Cn1 e l’Asl Cn2 tredici ricorsi riguardanti bambini non vaccinati che, secondo il legale delle famiglie, hanno il diritto a rimanere a scuola e che, per una interpretazione inesatta della legge Lorenzin, i dirigenti scolastici hanno invece lasciato a casa.

Leggi tutto: Bambini non vaccinati: a Cuneo presentati 13 ricorsi

images/external-images/cb6152522b636ded38d0cbcda02cd560.jpgSono una pedagogista-docente e mi occupo di formazione oramai da diversi anni. Troppo spesso però vedo una situazione che non posso più tacere, anche se non è la prima volta che ne parlo.

Sono molto indignata per la facilità con cui i nostri bambini vengono giudicati e “torturati” psicologicamente. E non sto esagerando! Perché la tortura non è solo quella fisica, ma anche e ai nostri giorni soprattutto, quella psicologica.

Leggi tutto: Ecco come distruggiamo la mente dei nostri figli: tutti i genitori dovrebbero leggere!
bambini genitori

Come terapeuta occupazionale che lavora con bambini e genitori da oltre dieci anni, ho osservato la mia giusta dose di vari fraintendimenti dei genitori. Le idee sbagliate dei genitori hanno il potenziale di fuorviarli nel loro viaggio genitoriale e, di conseguenza, hanno un impatto negativo sul futuro di un bambino. Con l'avanzare degli studi sul cervello, dobbiamo rivisitare le nostre convinzioni e rivedere le nostre pratiche genitoriali di conseguenza.

Leggi tutto: Le 10 convinzioni sbagliate più comuni dei genitori
vaccini

Nessun obbligo vaccinale se risulta accertata l’immunizzazione a seguito di malattia naturale. È quanto ha stabilito il Tribunale di Milano in merito ad un caso di conflitto fra ex coniugi circa le vaccinazioni a cui sottoporre i figli. Questo il caso riportato da Il Familiarista.

Tizia ha proposto ricorso ex art. 709-ter c.p.c. chiedendo che i due figli minori venissero sottoposti a tutte le profilassi vaccinali obbligatorie previste dall’art. 1, commi 1 e 1-bis, d.l. 7 giugno 2017, n. 73 oltre ad alcune vaccinazioni facoltative, ponendo le relative spese a carico del padre Caio. La ricorrente ha allegato che da quando l’ex coniuge si era avvicinato alla medicina omeopatica i due minori, a causa della contrarietà del padre, non erano stati sottoposti ai vaccini ora previsti come obbligatori.

Leggi tutto: Tribunale di Milano: se i figli sono immuni il genitore può opporsi alle vaccinazioni
vaccini

Evitare che i bambini e le bambine non vaccinati, ma regolarmente iscritti, siano allontanati dalle strutture scolastiche e consentire loro di giungere alla conclusione dell'anno educativo 2017/2018. Queste la principale richiesta contenuta nella mozione vaccini presentata in Campidoglio dal M5S e approvata all’unanimità dall’assemblea capitolina di Roma.

Leggi tutto: Roma: “restino a scuola i bambini non vaccinati”
bambini annoiati

Sono una terapista occupazionale con 10 anni di esperienza lavorativa con bambini, genitori e insegnanti. Nella mia pratica, ho visto e continuo a vedere un declino del “funzionamento” sociale, emotivo e scolastico dei bambini, nonché un forte aumento delle difficoltà di apprendimento e di altre diagnosi.

I bambini di oggi arrivano a scuola emotivamente non disponibili per l'apprendimento e ci sono molti fattori nel nostro stile di vita moderno che contribuiscono a questo. Come sappiamo, il cervello è malleabile: attraverso l'ambiente possiamo renderlo "più forte" o "più debole". Credo davvero che, nonostante tutte le nostre più grandi intenzioni, purtroppo abbiamo rimodellato i cervelli dei nostri bambini nella direzione sbagliata.

Leggi tutto: Perché i nostri bambini sono così annoiati e frustrati?
bambini

La lotta con l’etica del lavoro nei bambini, uno dei fattori chiave per il successo nella vita, è una delle preoccupazioni più comuni espresse da genitori, insegnanti e professionisti.

Di seguito sono riportate le preoccupazioni espresse da una madre di un bambino di 6 anni, che è venuto a chiedere consiglio ai genitori da me la scorsa settimana:

"Mio figlio vuole solo fare ciò che vuole. Evita qualsiasi attività che percepisce come noiosa o impegnativa. Non mostra alcun interesse nel fare faccende, puzzle, leggere, disegnare o scrivere. Anche vestirsi e uscire è una lotta. Quando inizia un'attività, chiede costantemente aiuto, si annoia o si sente frustrato e si arrende rapidamente. I suoi insegnanti mi riferiscono che non si impegna nel suo lavoro né mostra capacità di problem solving ".

Leggi tutto: La crisi dell’etica del lavoro nei bambini: cause e soluzioni

images/external-images/8949d41a75e59850ee67b88f3d90fadd.jpgA short conversation with Dr. Neelam Desai

The Sri Sathya Sai Institute of Higher Medical Sciences (SSSIHMS) in Puttaparthi, completed 21 years of its existence on November 19, 2012. Commemorating this occasion Radio Sai team spoke to some of the distinguished doctors of this mansion of healing located 150 kms away from Bangalore.

Presented below is the edited transcript of the conversation with Dr. Neelam Desai, Senior Consultant and Head of Department, Cardio Thoracic and Vascular Surgery (CTVS) of this Hospital. She has performed more than 3600 surgeries till date and has over 40 publications in various National and International journals.

In this short conversation with Radio Sai's Bishu Prusty, Dr. Neelam shares about her fulfilling moments of working in this Hospital besides how this Department of Cardiac Surgery has progressed in these two decades and also the road ahead.

Leggi tutto: “THIS HOSPITAL HAS TO BE SEEN TO BE BELIEVED”